Home

 

 

 

 

 

 

Marzo 2007 

Da Una Diversa Casa? a Private” è il titolo che si è voluto dare al Convegno che si svolgerà in data 24 marzo 2007 negli spazi dell’ Istituto Casa S. Maria dell’Università di Spinetoli (via Rocca Brignola n° 1 Spinetoli) e negli spazi del Teatro dell’Arancio di Grottammare, (Piazza Peretti, paese alto di Grottammare) al seguito del quale verrà inaugurata la mostra-documentazione delle fasi del processo negli spazi del paese alto di Grottammare.Il Convegno, ultima tappa del Progetto di laboratorio artistico che dal workshop: “Una Diversa Casa?” svoltosi in data 8-9-10 maggio 2006 (Ascoli Piceno – Polo Culturale di S. Agostino), si è concretizzato nella mostra Private svoltasi in data 10-11-12 ottobre 2006 (Roma Casa Panni via degli Scipioni 295), sarà l’occasione per presentare il Progetto nella sua totalità e per mettere in campo riflessioni utili allo sviluppo di quest’ ultimo così da aprire una vera e propria piattaforma di dialogo legata al tema “UNA DIVERSA CASA?” che possa coinvolgere il territorio della Provincia di Ascoli Piceno ma si possa estendere anche ad altri territori e Istituzioni interessate a portare avanti con l’Università di Ascoli Piceno e gli enti fino ad ora coinvolti altre iniziative legate a questa.

Si riassumono brevemente le due fasi del Progetto:
– Il workshop (8-9-10 maggio 2006 Ascoli Piceno – Polo Culturale di S. Agostino) è stata la prima fase del Progetto che ha visto alcuni artisti confrontarsi con giovani studenti di Architettura sul tema della casa. L’ obiettivo era quello di riflettere sull’identità che questa assume nell’esperienza emotiva di chi la abita, aprendo la funzionalità dello spazio al senso che lo caratterizza attraverso i suoi abitanti.
Il workshop si è svolto all’interno del Corso di Laurea in Scienze dell’Architettura, Laboratorio di Fondamenti della Progettazione (Prof.ssa Anna Rita Emili) dell’Università di Camerino-Facoltà di Architettura, sede collegata di Ascoli Piceno. Quattro artisti coinvolti nel progetto (Emilio Fantin, Luca Miti con Maria Chiara Calvani, Norma Jeane e la coppia Ottonella Mocellin e Nicola Pellegrini) hanno tenuto tre giornate di workshop, coinvolgendo gli studenti di Architettura del corso della prof.ssa Anna Rita Emili, gli abitanti della città di Ascoli Piceno, alcuni studenti dell’Istituto Comprensivo di Acquasanta, i giovani artisti della città di Ascoli Piceno: Ivana Spinelli, GianLuca Tappatà, Luigi Coccia, Attilio Migliorati, Arianna Pomozzi e Riccardo Sgattoni.
Durante il workshop ogni artista ha lavorato con un gruppo di studenti sullo sviluppo di un progetto che ha come tema la casa o una stanza di essa, i giovani artisti di Ascoli hanno seguito nel lavoro i 4 artisti tutor. Una parte degli studenti è stata impegnata nella produzione di materiale di documentazione delle giornate di lavoro.
Dopo l’esperienza del workshop i soggetti partecipanti hanno lavorato alla produzione dei lavori degli artisti coinvolti e del materiale che documenta sottoforma di video e fotografie i lavori, per creare una sorta di diario delle giornate di workshop. Questo materiale ha costituito il legame che connette il processo del laboratorio ai lavori degli artisti. In questa fase di produzione, gli artisti hanno lavorato ognuno al proprio progetto collaborando con gli studenti seguendo le sinergie create durante il workshop. Gli artisti sono stati in contatto con i partecipanti al laboratorio e si sono confrontati sullo sviluppo dei lavori che hanno portano avanti. La fase di produzione, mira a identificare i punti chiave del confronto tra architetti e artisti, con l’obiettivo di renderli espliciti nella fase successiva del progetto, sia attraverso i lavori realizzati che nell’elaborazione del confronto durante il processo di produzione.
– La mostra (10-11-12 ottobre 2006 casa Panni via degli Scipioni 295 Roma) ha voluto riflettere sul rapporto tra pubblico e privato, sul modo in cui elementi che appartengono alla vita culturale, sociale, economica, si inseriscono nello spazio della vita privata e interagiscono con essa. Ad ogni artista è stato infatti chiesto di lavorare in una stanza della casa (cucina, salotto, bagno, camera da letto, studio) e di sviluppare un progetto che evidenzi l’identità culturale attribuita alla stanza scelta e come questa identità interagisce con le persone che la abitano.
In questa fase sono stati evidenziati gli elementi su cui si è maggiormente incentrato l’incontro tra artisti e architetti, aprendo la riflessione sull’architettura e sull’arte come strumenti di approfondimento e di conoscenza della realtà e degli stimoli che vengono dalla quotidianità.
La mostra, a cura di Benedetta di Loreto in collaborazione con 1to1projects, è durata tre giorni.
Per venire incontro alle necessità di diffusione del progetto, il catalogo ha utilizzato la rivista Drome magazine, che ha appoggiato il Progetto nella sua totalità, come strumento di diffusione. All’interno della rivista è stato inserito un poster pieghevole, che ha avuto la funzione di catalogo contenendo immagini e descrizioni degli interventi dei singoli artisti e del workshop.
Il progetto è attualmente supportato da:
Università di Camerino, Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno
Provincia di Ascoli Piceno
CUP- Consorzio Universitario Piceno
Comune di Ascoli Piceno
Comune di Acquasanta
Comune di Grottammare
Comune di Spinetoli
Drome magazine
1to1projects, platform for cultural production
Referenti del progetto
– Maria Chiara Calvani: ideatrice del progetto, responsabile logistica, relazioni con le istituzioni e di un laboratorio_ mariachiaracalvani@tin.it , +39 349 2678091

PROGRAMMA DEL CONVEGNO:

Sabato 24 marzo, presso le aule dei locali dell’Istituto Casa S. Maria via Rocca Brignola n° 1 Spinetoli
ore 9.30, CONVEGNO parte 1
Programma:
1) Presentazione del Progetto Artistico e fasi di esso attraverso la proiezione del video: “Una Diversa Casa?” frammenti di un workshop.
interverranno:
Maria Chiara Calvani: Ideatrice del Progetto,
Benedetta Di Loreto: Curatrice del Progetto,
Umberto Cao: Preside della Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno,
Andrea dall’Asta: Direttore del Dipartimento di Progettazione Architettonica e Costruzione dell’Ambiente, Facoltà di Architettura (AP),
Anna Rita Emili: Docente del Corso di Progettazione Architettonica all’interno del quale si è svolto il workshop,
Achille Buonfigli: Presidente del Consorzio Universitario Piceno,
Olimpia Gobbi: Assessore alla Cultura della Provincia di Ascoli Piceno,
Andrea Maria Antonini: Assessore alla Cultura del Comune di Ascoli Piceno,
Carlo Damiani: Assessore alla Cultura del Comune di Spinetoli,
Barbara Capriotti: Sindaco del Comune di Acquasanta,
Francesco Amici: Assessore alla Cultura del Comune di Acquasanta,
Giovanni Isopi: Preside dell’Istituto Comprensivo di Acquasanta e Giovanni Di Fabio: Docente dell’Istituto Comprensivo di Acquasanta.
Tommaso Battista: Architetto : Contributo per un’Architettura Debole,
Luigi Coccia: Arte terapeuta: “Una Diversa Casa?” Abitate un progetto – Il racconto di un’esperienza,
Luca Miti: Artista tutor all’interno del workshop,
Intervento disturbo “sponsored by” global pin-up,
2) Presentazione delle pubblicazioni del Progetto (catalogo realizzato e diffuso attraverso la rivista d’arte contemporanea DROME);
interverranno:
Rosanna Gangemi e Stefan Pollak Direttori della rivista DROME magazine.
3) Nascita di un sito per ospitare l’esperienza svolta e quelle future; per mettere in rete questo progetto e legarlo ad altri progetti affini nel territorio e fuori.
ore 14.00, Buffet gentilmente offerto dal Forno Ciarrocchi di Grottammare, presso Piazza Peretti (paese alto di Grottammare), in questa occasione Arteria Community presenta: “Electric Cuisine” Audioperformance.
ore 15.00, Teatro dell’Arancio, Piazza Peretti (paese alto di Grottammare)
CONVEGNO parte 2
Programma:
4) Presentazione di altri progetti in sintonia con “Una Diversa Casa?”:
-Antonella Micaletti: Progetto L’ArCo; laboratori di arte contemporanea – la didattica museale a Pesaro,
-Annalisa Trasatti: Curatrice della rubrica Didattica del portale Exibart.com: Didattica in rete: esperienze e modelli tra terriorio e Web,
interventi di:
Enrico Piergallini: Assessore alla Cultura del Comune di Grottammare,
Simonetta Romagna: Assessore alla Cultura della Provincia di Pesaro,
Maria Pia Gennari: Assessore ai Servizi Educativi del Comune di Pesaro,
-Ivana Spinelli: Artista (AP):Progetto Global pin-up,
-Emanuele Piccardo: Architetto, plug-in, laboratorio di Architettura e Arti multimediali: “Una Giornata al Biscione”.
5) Dibattito sulle possibilità di sviluppo del Progetto e dei possibili legami con altri progetti promossi nel territorio;
Intervento di:
Paolo Ferruzzi: Direttore Vicario dell’Accademia di Belle arti di Roma.
-il convegno è aperto a chiunque fosse interessato a partecipare e ad intervenire sugli argomenti proposti.
ore 18.00, Piazza Peretti, (paese alto di Grottammare)
MOSTRA
1) Documentazione fotografica e video delle fasi del Workshop,
2) Parte dei lavori prodotti durante il workshop, contributo artistico di Gianluca Tappatà, Kasinsky, Guia Del Favero e Francesco Cardarelli,
3) Alcuni progetti degli studenti del corso che dopo il workshop hanno elaborato il materiale dell’esperienza nel progetto d’esame.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...